Ottenere un prestito: la documentazione
prestiti finanziamenti mutuo
 
 
Ottenere un prestito: la documentazione

Ottenere un prestito: la documentazione

Per ottenere un prestito presso un istituto di credito o una banca, occorrono dei documenti specifici volti al riconoscimento e all'identificazione del cliente, che attestino, inoltre, la condizione reddituale dello stesso. La documentazione è variabile in base all'istituto al quale ci si rivolge, ma per le norme antiriciclaggio occorrono sempre documentazione fiscale completa, un documento di identità valido e il codice fiscale. I lavoratori dipendenti devono portare l'ultima busta paga e l'eventuale Cud; i lavoratori autonomi, invece, necessitano dell'ultima dichiarazione dei redditi come 730 o Modello Unico. Per chi è in pensione, è necessario l'ultimo cedolino o il modello Obis M che riporta le specifiche riguardanti la tipologia di pensione.

È necessario poi portare con sé la copia degli eventuali altri finanziamenti in corso e alcuni istituti richiedono la presentazione di bollette come luce, acqua e gas, che siano state regolarmente pagate. A seconda dei tipi di prestiti verso il quale ci si orienta, cambiano le specifiche e i documenti da avere con sé: ad esempio per un prestito finalizzato all'acquisto di un bene o di un servizio, oltre ai documenti fiscali e reddituali, sono necessari preventivi che attestino la finalità del finanziamento, come un preventivo.

Esiste poi un tipo di prestito particolare, basato sulla cessione del quinto, riservato ai lavoratori dipendenti con contratto a tempo indeterminato e pensionati Inps o Inpdap. Con la cessione del quinto è possibile, infatti, estinguere il debito mediante la trattenuta mensile delle rate da versare direttamente dallo stipendio o dalla pensione, fino a un quinto degli stessi. Per accedere a questo tipo di prestito occorrono, oltre ai documenti già citati, la dichiarazione della quota cedibile, da richiedere all'istituto di previdenza relativo, e il certificato di stipendio con tutte le informazioni riguardo al proprio impiego. Il certificato di stipendio viene rilasciato dal proprio datore di lavoro e riporta le informazioni dell'assunzione, come anzianità, paga mensile, Tfr e altro ancora. Rivolgendosi presso un qualsiasi istituto di credito si avranno tutte le disposizioni necessarie per poter accedere al prestito di cui si necessita: è opportuno, tuttavia, informarsi preventivamente sulle migliori proposte disponibili e scegliere di conseguenza il prestito più adatto alle proprie necessità.

<< Home
Mappa del sito
Prestito - Prestito inpdap - Prestiti protestati - Prestiti cattivi pagatori - Mediatori creditizi - Prestito finanziario - Prestito finanziario con delega - Prestito fiduciario - Calcolo rata prestito - Prestito agevolato - Preventivo prestito - Prestito bancario - Prestito personale - Costi estinzione prestito - Calcolo piano ammortamento prestito - Finanziamento - Tassi d'interesse - Tan - Taeg - Calcolo rata finanziamento - Leasing immobiliare - Finanziamenti auto - Finanziamenti europei - Finanziamenti giovani - Finanziamenti imprenditori - Finanziamenti personali - Finanziamenti regionali - Finanziamenti agevolati - Finanziamento a tasso agevolato - Mutuo - Mutuo senza anticipo - Mutuo tassi interesse - Mutuo tasso fisso - Mutuo tasso variabile - Mutuo 100 - Piano ammortamento mutuo - Calcolo rata mutuo - Eurirs - Euroirs - Euribor - Guida ai prestiti personali per le condizioni di emergenza
 
GuidaPrestitieFinanziamenti.com © 2014 - Guida ai prestiti ai finanziamenti e ai mutui